Sex-role reversal: quando le femmine sono focose e i maschi schizzinosi

In alcune specie, gruppi di femmine vogliose  si scontrano tra di loro per aggiudicarsi un accoppiamento, o importunano timidi maschietti con ripetute e insistenti avances. Il sogno di ogni uomo, o il suo peggiore incubo?  In ogni caso, questo è un fenomeno che i biologi hanno denominato sex-role reversal, o inversione dei ruoli sessuali.

24434882065_5aa2766c0c_z
Fig.1 Il pesce ago Corythoichthys haematopterus è un esempio di sex-role reversal.

Uno dei più grandi stereotipi sui sessi è quello che dipinge i maschi come perennemente eccitati e disposti a tutto pur di ottenere una copula, mentre le femmine sono più ritrose. In biologia si usa lo slogan “ardent males and choosy females” (maschi ardenti e femmine schizzinose). In molti casi è vero…ma non sempre!

Si parla di inversione dei ruoli sessuali quando le femmine competono maggiormente rispetto ai maschi per l’accesso agli accoppiamenti. Questo fenomento era era già stato osservato da Darwin, che scrisse:

Qualche volta negli uccelli c’è una completa inversione delle caratteristiche tipiche di ogni sesso; le femmine sono le più desiderose di accoppiarsi, mentre i maschi rimangono piuttosto passivi. Di conseguenza, alcune femmine di uccello hanno sviluppato colorazioni vivaci o altri ornamenti, e possono essere più forti e più combattive rispetto ai maschi.

Charles Darwin, L’origine dell’uomo e la selezione sessuale (1874)

Ma a che cosa è dovuto? Si pensa che la causa sia da ricercarsi nella abbondanza relativa dei due sessi. In altre parole, quanti sono i maschi disponibili all’accoppiamento, e quante le femmine? Il sesso meno abbondante sarà detto sesso limitante, e sarà quello che potrà permettersi di essere più schizzinoso nella scelta del compagno, mentre quello più presente dovrà lottare per ottenere una copula.

Occhio però, perché questo non significa che il sex-role reversal si possa verificare solo quando ci sono tante femmine e pochi maschi. In alcuni casi, i maschi ci sono… semplicemente, non possono accoppiarsi con la stessa frequenza con cui lo fanno le femmine. E questo può essere, per esempio, perché sono loro ad occuparsi della prole.

7293015444_d0087f98b5_z
Fig.2: Esemplare di giacana dai barbigli.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...